venerdì 18 marzo 2016

Della stupidità degli aggiornamenti automatici e della sicurezza

Per anni abbiamo usato software "senza mutande", ovvero realizzati senza alcuna attenzione verso la sicurezza...
Per anni abbiamo utilizzato i computer "senza mutande" ovvero senza la benchè minima cultura di sicurezza nell'utilizzo...


Questi fattori hanno creato numerosi problemi agli utenti che si sono puliti la coscienza accusando Microsoft.

Microsoft, per ripulirsi la coscienza, ha diffuso e creato la politica degli aggiornamenti continui. Tanto che ora anche gli utenti sono persuasi e pervasi di questo.

Bene, abbiamo superato da un pezzo il giro di boa, e la barca ha preso la tangente per una via sbagliata.

E ora che qualcuno lo dica chiaramente:
GLI AGGIORNAMENTI AUTOMATICI STANNO PORTANDO SEMPRE PIU' DANNI E PROBLEMI ANZICHE' MIGLIORAMENTI, SICUREZZA E SOLUZIONI.

E' decisamente ora di cambiare mentalità, verso un'altro adagio:
SQUADRA CHE VINCE NON SI TOCCA

Non dico che gli aggiornamenti non vanno presi in considerazione, ma dico che non vanno fatti con la leggerezza del passato, vanno sperimentati, verificati, e bisogna sempre mettersi prima nella condizione di poter tornare indietro.

Se siete in un periodo di lavoro incessante, risparmiatevi altri problemi.

La sicurezza informatica è come nella vita quotidiana, non esistono bacchette magiche, antivirus o aggiornamenti che siano. L'attenzione in quello che si fa ci garantisce la migliore sicurezza. Se quando sono in metro sto attento al portafoglio sarà più difficile che venga borseggiato. Se prima di aprire un'allegato "inaspettato" chiedo numi al mittente, difficilmente mi ritroverò un virus...

Fatta questa premessa filosofica, veniamo ai fatti.

- In sempre più uffici la banda Internet al mattino viene saturata da:
Windows update, Antivirus, aggiornamenti Smartphone.

Ma possibile che questi cavolo di aggiornamenti i produttori li devono scatenare per forza alle 8 di mattina all'accensione del PC o all'attivazione del WIFI in ufficio?!?!?!?

La gente non riesce a lavorare con Internet perchè Internet è intasata da tutti gli aggiornamenti automatici.

- Aggiornamenti Stampanti HP.
Sono così coglioni, scusate il termine, di aggiornare il driver con dei file ancora in coda sullo spooler ... Risultato? Il file in coda non  è più compatibile con il nuovo driver e non puoi più stampare perchè lo spooler va in crash come avvii Windows. GENIALI! (.. vogliamo poi parlarne... per capirlo?!?!?)

- Problemi causati dagli Antivirus
Impossibilità di usare il computer, il computer diventa di sua proprietà, ma si raggiunge sicuramente il massimo della sicurezza in quanto l'utente non può usarlo ...

Lentezze infinite nell'aprire file condivisi nella stessa subnet ...

Schermata BLU all'avvio.

Chiavette Lextel cancellate da formattare...


- Numerosi Problemi Windows Update:
La sera lasci gli aggiornamenti a friggere, la mattina ti trovi la schermata blu, senza possibilità di recupero perchè hanno toppato un driver del kernel SATA.

Se hai fretta di usare il PC, putualmente l'avvio ritarda di mezz'ora perchè loro devono fare gli aggiornamenti senza chiedertelo.

Se hai fretta di chiudere il PC, puntualmente lo shutdown richiede mezz'ora perché loro devono fare gli aggiornamenti senza chiedetelo.

Se utilizzavi i file di office sun una cartella condivisa di un server o di un NAS non lo puoi più fare, I file si aprono in modalità protetta e magicamente diventano READ ONLY ....



Se ci penso, mi vengono in mente solo parolacce, meglio che chiudo qui questo post ...



Nessun commento:

Posta un commento